Inchiostrate

Il tempo per pensare

Il tempo per pensare

Quando il tempo diventa poco, quello che resta è necessario per pensare.

Un SalTo nel futuro: che cosa voglio dall’arte, libertà o rivoluzione?

Un SalTo nel futuro: che cosa voglio dall’arte, libertà o rivoluzione?

Il Salone del Libro di Torino 2018 prende spunto da cinque domande lanciate lo scorso marzo sull’onda della suggestione di Un giorno, tutto questo: qui provo a darvi le risposte!

Un SalTo nel futuro: dove mi portano spiritualità e scienza?

Un SalTo nel futuro: dove mi portano spiritualità e scienza?

Il Salone del Libro di Torino 2018 prende spunto da cinque domande lanciate lo scorso marzo sull’onda della suggestione di Un giorno, tutto questo: qui provo a darvi le risposte!

Un SalTo nel futuro: a chi appartiene il mondo?

Un SalTo nel futuro: a chi appartiene il mondo?

Il Salone del Libro di Torino 2018 prende spunto da cinque domande lanciate lo scorso marzo sull’onda della suggestione di Un giorno, tutto questo: qui provo a darvi le risposte!

Un SalTo nel futuro: perché mi serve un nemico?

Un SalTo nel futuro: perché mi serve un nemico?

Il Salone del Libro di Torino 2018 prende spunto da cinque domande lanciate lo scorso marzo sull’onda della suggestione di Un giorno, tutto questo: qui provo a darvi le risposte!

Un SalTo nel futuro: chi voglio essere

Un SalTo nel futuro: chi voglio essere

Premessa Ho deciso di accettare la sfida/proposta del blog Radical Ging e dunque, prima di partire, vi spiego le regole del gioco. Il Salone del Libro di Torino 2018 prende spunto da cinque domande lanciate lo scorso marzo sull’onda della…

Le trofie al pesto con Fabio Genovesi

Le trofie al pesto con Fabio Genovesi

Il mio incontro con Fabio Genovi a Cervo lo scorso 11 febbraio

A cena con Roberto Vecchioni

A cena con Roberto Vecchioni

Il racconto della mia cena con Roberto Vecchioni a Cervo: l’inaspettato e l’impensato, condito di felicità

I bilanci di fine dicembre

I bilanci di fine dicembre

Un anno finisce, un anno si apre: i miei bilanci necessariamente à contrainte sulle cose fatte, lette, scritte… e pensate!

Di compleanni, avventi, jazz e improvvisazioni

Di compleanni, avventi, jazz e improvvisazioni

Avevo una sciarpa damascata avvolta intorno alle spalle per il freddo che c’era in casa, gli occhiali, quelli con le lenti per stare davanti al pc, ero seduta alla scrivania a lavorare, come ho fatto tante, tante volte prima e…