Semiotica


Alessandra Chiappori ricercatrice, foto con Umberto Eco

Con Umberto Eco e i colleghi del CIRCe di Torino nel giugno 2015 (ph. Silvia Barbotto)

Sì, è proprio lui: quello che vedete nella foto qua sopra, attorniato da giovani ricercatori e amici tra cui compaio anche io, è il professor Umberto Eco.

Potrei cavarmela così, citare Umberto Eco e chiudere qui la pagina. Lui è stato LA semiotica in Italia. Anche chi non ne sappia nulla, collegherà subito il nome di Eco alla semiotica. Per proprietà transitiva potrei brillare della luce del grande intellettuale anche io, che vi parlo di semiotica. Eppure sono sicura che anche se scegliessi questo espediente, chi non sa nulla della semiotica continuerebbe a non saperne nulla e a rigirarsi il nome in testa associandolo a qualcosa di difficile, complicato, e magari anche noioso.

Siccome la semiotica ha una parte importante nella mia formazione, e siccome da anni cerco di far capire a chi mi circonda che non ho studiato cose astruse e inutili, ho deciso che sul mio sito ci doveva essere una parte dedicata alla semiotica. In questo spazio cercherò di raccontarvi come mi sono appassionata alla materia, di spiegarvi cosa studia, e ne approfitterò per elencarvi le mie pubblicazioni accademiche sui più diversi temi.