Libri

“La novità” – Paul Fournel (Voland)

“La novità” – Paul Fournel (Voland)

La mia recensione di “La novità” di Paul Fournel, edito da Voland. Un omaggio al mondo editoriale tra una contrainte e l’altra

“Un’imprevedibile situazione” – Donatella Alfonso (Il Melangolo)

“Un’imprevedibile situazione” – Donatella Alfonso (Il Melangolo)

La mia recensione di “Un’imprevedibile situazione. Arte, vino ribellione: nascie il Situazionismo” di Donatella Alfonso, edito da Il Melangolo.

“L’altra notte ha tremato Google Maps” – Michela Monferrini (Rrose Sélavy)

“L’altra notte ha tremato Google Maps” – Michela Monferrini (Rrose Sélavy)

La mia recensione di “L’altra notte ha tremato Google Maps”, di Michela Monferrini, edito da Rrose Sélavy. Una storia per ragazzi e non solo, per parlare del terremoto del 24 agosto 2016.

Giocare con le parole: sul nuovo libro di Stefano Bartezzaghi

Giocare con le parole: sul nuovo libro di Stefano Bartezzaghi

“Parole in gioco” è il nuovo libro di Stefano Bartezzaghi che affronta il curioso tema dei giochi di parole, tra enigmistica, semiotica e letteratura

“I pesci non hanno gambe” – J.K. Stefánsson (Iperborea)

“I pesci non hanno gambe” – J.K. Stefánsson (Iperborea)

La mia recensione di “I pesci non hanno gambe” di Jón Kalman Stefánsson, edito da Iperborea

“La prima regola degli Shardana” – Giovanni Floris (Feltrinelli)

“La prima regola degli Shardana” – Giovanni Floris (Feltrinelli)

La mia recensione di “La prima regola degli Shardana”, di Giovanni Floris, edito da Feltrinelli

“Il sogno del drago” – Enrico Brizzi (Ponte alle Grazie)

“Il sogno del drago” – Enrico Brizzi (Ponte alle Grazie)

La mia recensione di “Il sogno del drago”, di Enrico Brizzi, edito da Ponte alle Grazie.

“Le penultime lettere di Jacopo Ortis” – Michela Cantarella (Augh! Edizioni)

“Le penultime lettere di Jacopo Ortis” – Michela Cantarella (Augh! Edizioni)

La mia recensione di “Le penultime lettere di Jacopo Ortis”, di Michela Cantarella, edito da Augh! Edizioni

Il nome della rosa: storia (personale e semiotica) di un classico

Il nome della rosa: storia (personale e semiotica) di un classico

Il 23 maggio ha debuttato al Teatro Carignano di Torino “Il nome della rosa”. Storie e pensieri personali sul capolavoro di Umberto Eco, qui.

Un Salone, un modello, tanti libri, incontri belli: #SalTo30

Un Salone, un modello, tanti libri, incontri belli: #SalTo30

Il Salone del Libro di Torino si è chiuso lunedì. Qui provo a fare un mio commento, una sorta di bilancio sulla mia esperienza a una manifestazione bellissima, importante e, quest’anno, rivoluzionaria.